Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
15 dicembre 2012 6 15 /12 /dicembre /2012 15:35

 

SPAZIO OPHEN VIRTUAL ART GALLERY

Via S. Calenda, 105 - Salerno

 

 L'artista Marcello Diotallevi

 

 IN  FORMA  DI  FRANCOBOLLO:

70 Years di Marcello Diotallevi

 

 

MOSTRA  COLLETTIVA INTERNAZIONALE

 DI   FRANCOBOLLI  D’ARTISTA

 

22 dicembre 2012 – 31 marzo 2013

Inaugurazione:  Sabato 22 dicembre  2012,  ore 18.00

Ophen Virtual Art Gallery, Via S. Calenda, 105 – Salerno Tel/Fax 089 5648159

e-mail: bongiani@alice.it  – Web Gallery: http://www.ophenvirtualart.it/

Orario: tutti i giorni dalle 17.00 alle 20.30

                              

 

 

S’inaugura sabato 22  dicembre 2012, alle ore 18.00, la mostra  collettiva internazionale di francobolli d’artista dal titolo: “In Forma di Francobollo” che lo Spazio  Ophen Virtual Art Gallery di Salerno dedica ai 70 anni di  Marcello Diotallevi a cura di Giovanni Bonanno. Sono presenti  88 opere  di altrettanti  importanti autori internazionali che hanno voluto essere presenti a questa particolare ricorrenza dell’artista marchigiano.

 

Marcello Diotallevi ha compiuto settant'anni e per tale importante occasione sono stati invitati diversi artisti a fare quello che lui ha fatto da sempre e con classe: “francobolli d'artista”. I primi francobolli  Marcello Diotallevi li ha creati negli anni 80 e precisamente nel  1984 (qualche anno prima, aveva creato qualche esemplare unico di cui,  purtroppo, non  si ha più  la  reale documentazione dell’operazione artistica svolta dall’artista fanese).  Secondo Marcello Diotallevi i francobolli d'artista stanno a quelli ufficiali come i libri d'artista a quelli che fanno letteratura”; così  l’artista  definisce  il proprio lavoro.  Sul finire degli anni Settanta traghetta la sua creatività nella Mail Art con interventi originali anche nella produzione di  “francobolli d'artista”.  Dal  1984, in tutto, ne ha realizzati una ventina sempre di grande qualità creativa.  L'artista  marchigiano confessa: “Sebbene essi non appartengano alla filatelia ufficiale, morfologicamente le sono vicini, appaiono traforati, la carta è gommata, hanno un valore facciale e qualcosa da celebrare”. Sono stati spesso esposti: dal  “Brandale” di Savona  al “Caffè Voltaire” di Firenze, dal  “Il luogo” di Roma al  “Milan Art Center” di Milano. Inoltre, sono stati presentati anche al Palazzo dei Diamanti di Ferrara  a “Arte Fiera” di Bologna. Il primo, l'esemplare del 1984, si intitola “For peace” ed offre ironicamente una colomba che indossa un elmetto da militare. Un francobollo   del 1999,  «Halloween»  celebra la festa omonima del 31 ottobre. Un altro ancora  è "Mail heart” e risale al 1990. Contiene un cuore composto da un collage di frammenti di francobolli, fino a quelli più recenti creati in questi ultimi tempi come “Italia 2011” del valore di 0,60 cent. di euro,  per celebrare degnamente il 150°  anniversario dell’Unità d’Italia,  oppure, “70 years” del valore  non legale di 1,40 €, creato proprio quest’anno per la  ricorrenza del suo stesso settantesimo compleanno. 

 

 

Nato nel 1942 a Fano. E' vissuto per lungo tempo a Roma dove per un decennio ha esercitato l'attività di restauratore presso il Laboratorio di Restauro in Vaticano. Ha inizio in quegli anni anche la sua attività artistica all'insegna dell'irrequietezza. Come pittore prima, poi come scultore nei primi anni Settanta, quindi per qualche tempo si occupa di grafica e infine inizia a scrivere. Verso la fine degli anni Settanta hanno inizio le sue incursioni nell'area della Mail Art e della Poesia Visiva di cui è tuttora un impegnato protagonista. In oltre quarant’anni di attività artistica ha collaborato con suoi interventi a libri e riviste nazionali e internazionali. Nel corso del tempo ha tenuto varie mostre personali nelle maggiori città italiane, partecipando nel contempo a esposizione collettive in tutto il mondo. Si occupa in prevalenza di installazione, Poesia Visiva e Mail Art. E' l'autore della copertina della Guida al Musée National d'Art Moderne - Centre Georges Pompidou di Parigi (Hazan Editeur 1983). Nel 2003 riceve l'invito a tenere una performance nella Sezione "Extra 50" della 50esima Edizione Internazionale d'Arte - Biennale di Venezia ma, non essendo egli un performer, declina l'invito. Nel 2007 è stato invitato alla 52esima Biennale di Venezia e poi nel 2011 alla 54 Biennale di Venezia, Padiglione Tibet, a cura di Ruggero Maggi. Dal 1974 vive e lavora a Fano.

 

 

 

Artisti presenti a questa Rassegna Internazionale:Marcello Diotallevi, Michel Della Vedova,  Giancarlo Pucci, Francesco Mandrino, Ruggero Maggi, Emilio Morandi, Paolo Scirpa,  Clemente Padin,  Anna Boschi,  Alexander Limarev,  Vittore Baroni,  Andrea Bonanno,  Carlo Iacomucci,  Lancillotto Bellini,  Rosanna Boraso,  Ezio Ferrari, Alberto Vitacchio, Giovanni Bonanno, Lamberto Pignotti, Guido Bondioli,  Fulgor C. Silvi, Giuseppe Denti,  Domenico Severino, Willie  Marlowe,  Carla Bertola,  Gian Paolo Roffi,  Carmela Corsitto,   Serse Luigetti,  Salvatore Anelli,  Claudio Grandinetti,  Bruno e Liliana Tonucci,  John Held JR, Simone Affabris,  Darlene Altschul,  Greta Schodl,  Antonio Di Gaspero,  Sergio Poddighe,  Rolando Zucchini,  Ernesto Terlizzi,  Francesco Aprile,  M. P. Fanna Roncoroni,  Stathis Chrissicopulos,  Tarcisio Pingitore,  Teo De Palma,  Giuliano Mammoli,  Jean-Noel Laszlo,  Daniel Daligand,  Franco Massanova,  Eugenio Giannì,  Irma Blank,  Mauro Molinari,  On Boy Mailart,  Keith Bates,  Christine Tarantino, Roberto Scala, Adriano Bonari,  Giorgio Regnicoli, Rosanna Veronesi, Michele Caldarelli,  Fernando Andolcetti, Oliviero Olivieri, Roberto Vincenzo Zito,  Guglielmo Girolimini,  Gianni Ottaviani,  Anna Alessandroni, Enzo Mula,  Francesco Guerrieri,  Lucia Marcucci,  Davide Argnani,  Franco  Gordano,  Maryse Aspart Cena, Cosimo Cimino,  Rossella Izzo,  Giordano Bruno Galli,  Sergio Cena,  Sophia Martinon, Adriano Di  Giacomo,  Anna Cochetti,  Gabriella Maramieri, Angela Noya Villa,  Paolo Carnevale,  Lillo Giuliana,  Angela Caporaso, Anna Seccia,  Lucio Del Gobbo,  Dino Sileoni,  Franco Spena, Patrizia Battaglia. 

 

 

“IN FORMA DI FRANCOBOLLO”

SPAZIO OPHEN VIRTUAL ART GALLERY

Via S. Calenda, 105  - Salerno

22 dicembre 2012 – 31 marzo  2013

Inaugurazione: sabato 22 dicembre 2012, ore 18.00

Orario: tutti i giorni ore 17.00 - 20.30

 

e-mail: bongiani@alice.it     

Web Gallery: http://www.ophenvirtualart.it/ 

Condividi post

Repost0
30 dicembre 2011 5 30 /12 /dicembre /2011 20:20

 

L’ARTE CONTEMPORANEA 

A PORTATA DI MOUSE

                                                                  logo-20grande.jpg

 

http://ophenartecontemporanea.wordpress.com/

 

 

                                                                               

    

 

APPUNTI  DI  VIAGGIO

Amo l’arte, trovo   ancora interessante visitare  le mostre e le rassegne in galleria, ma soprattutto amo il web, tutto ciò che vi è dentro, ormai  è una  condizione  irrinunciabile a chi si occupa e cerca di  diffondere l’arte. Non essendo succube del diritto d’autore e delle funeree biblioteche intese come archivi statici di conservazione della cultura ufficiale,  sono attratto immensamente dalla comunicazione in tempo reale dentro e fuori  il villaggio globale.  Da qui  nasce l’interesse profondo alla dimensione virtuale  con la creazione e la “messa in opera”  dello Spazio Ophen Art Gallery e del Bongiani Ophen Art Museum.

  

Ecco chiarita la realizzazione delle  mostre interattive progettate  via Web  che io faccio e anche  la  conseguente presentazione di  una raccolta  che  seppur incompleta di testi critici e recensioni scritti in più di un ventennio di lavoro che oltretutto  risultano ancora  attuali e profetici. Testi che ho formulato nel tempo, suddivisi per autori, per dibattito e  anche per strategia poetica. Poi vi sono i testi recenti  al fuori di una inutile classificazione di tendenza e di parrocchia, dedicati  ai più importanti  artisti contemporanei, i miei artisti, quelli che io amo, i miei compagni di strada e di vita, Insomma, quasi una raccolta e una collezione ideale dei desideri che si trasforma   nel web da  archivio privato dei miei pensieri a  straordinario archivio  globale libero e  profondamente  democratico.   

 

Per caso o forse per necessità mi ritrovo ad essere oggi un interlocutore scomodo e autosufficiente, direi  un  pò artista e un pò blogger, un pò poeta e un pò gallerista, un pò zingaro e  un pò signore   e,  lo spero,  anche  un pò  lucido critico d’arte.  Di certo,  non è poco!!!                             Sandro  Bongiani 

 

 

 

Vuoi visitare Il Museo Bongiani:     http://www.collezionebongianiartmuseum.it/home.php

 

Visita La Galleria Ophen Virtual Art:  http://www.ophenvirtualart.it/

 

 

 

Se vuoi leggere i miei testi e le recensioni di arte : http://giovannibonanno.blogspot.com/

 

 

 

 

  BUONA  VISIONE

 

 

 

 

 

 

 

IN CORSO:

 

 

SPAZIO OPHEN VIRTUAL ART GALLERY 

http://www.ophenvirtualart.it/  

 

 

MOSTRA RETROSPETTIVA

 

DI   

MARCELLO    DIOTALLEVI

 

 

 

 

SPAZIO OPHEN VIRTUAL ART GALLERY

Via S. Calenda, 105 - Salerno

 

MOSTRA  RETROSPETTIVA

 

 “PAROLE AL VENTO”

 

3 marzo – 30 giugno 2012

Inaugurazione:  Sabato 3 marzo 2012,  ore 18.00

 

Ophen Virtual Art Gallery, Via S. Calenda, 105 – Salerno Tel/Fax 089 5648159

e-mail: bongiani@alice.it – Web Gallery: http://www.ophenvirtualart.it/

Orario galleria:  tutti i giorni dalle 17.00 alle 20.30

                               

 

 

 

“Parole al Vento” é il titolo della mostra retrospettiva che lo Spazio  Ophen Virtual Art Gallery di Salerno dedica a Marcello Diotallevi, uno dei più interessanti  Mail artisti italiani   che per questa  mostra  presenta  91 opere tra  “Fiabe al vento, Poemi dell’elica, Lettere da Citera, Lettere al mittente, Lettere autografe e francobolli d’artista,

 realizzate  tra il  1980  e il  2011.

 

 

 

S’inaugura sabato 3  marzo, alle ore 18.00, la mostra retrospettiva  dell’artista Marcello Diotallevi  a cura di Sandro  Bongiani.  L’esposizione, accompagnata da un  poema visivo di Giovanni  Bonanno e da testi critici di Sandro Bongiani, Enzo Di Grazia e Suzel Berneron,  presenta novantuno  opere che ripercorrono  oltre quarant’anni di ricerca, dagli esordi figurativi dei primi anni ’80, fino  alle ultime  proposte  del 2011.

 

Marcello Diotallevi, classe 1942, sul finire degli anni Settanta ha iniziato le sue irruzioni  nell’area della Mail Art con   contatti sempre più intensi  con la Poesia Visiva, utilizzando le lettere dell'alfabeto per accumuli, disseminazioni liberati da qualsiasi senso  e significato letterale, e in questi ultimi anni, anche del recupero del colore e dell’uso gioioso della pittura. Artista di singolari voli a cielo aperto di  “parole al vento”,  di   lettere senza destinatario che ritornano al mittente; lettere in cui l’accumulazione grafica di simboli di tipo grafico creano nuove associazioni sempre imprevedibili e nuove,  disarticolando il linguaggio  e riducendolo a pezzi. Ora con gli ultimi lavori  Le parole incantate volano allegre nello spazio come dolci fiabe senza tempo. Ne viene fuori una sorta di viaggio poetico  dentro la fantasia e l’incanto,  con   la definizione di  presenze che cercano di esercitarsi al volo, a condividere l’indefinito. Cervi volanti e ippogrifi  cavalcano  raggianti il tempo di un solo momento, apparizioni che si formano e nello stesso tempo  si stravolgono  per  definirsi,  poi,  in  poemi colorati destinati al vento. Lettere dal destino vago e ingrato  volano come  francobolli in attesa che qualche  possibile destinatario possa decifrare gli oscuri incanti della parola, si aggrappano avidamente all’immaginazione e si lasciano andare al flusso delle correnti, coscienti  di non poter essere più significato compiuto ma  sola  presenza e indizio sfuggente. 

                                                                                                                   



1--FIABA-AL-VENTO-Marcello-Diotallevi.jpg

 

 

Marcello  Diotallevi

SPAZIO OPHEN VIRTUAL ART GALLERY

Via S. Calenda, 105  - Salerno

3 marzo – 30 giugno 2012

Inaugurazione: sabato 3 marzo 2012, ore 18.00

Orario: tutti i giorni ore 17.00 - 20.30

 

e-mail: bongiani@alice.it   

Web Gallery: http://www.ophenvirtualart.it/

 

 

 

 L-artista-Marcello--Diotallevi.jpg

BIOGRAFIA

Marcello Diotallevi è nato nel 1942 a Fano. E' vissuto per lungo tempo a Roma dove per un decennio ha esercitato l'attività di restauratore presso il Laboratorio di Restauro in Vaticano. Ha inizio in quegli anni anche la sua attività artistica all'insegna dell'irrequietezza. Come pittore prima, poi come scultore nei primi anni Settanta, quindi per qualche tempo si occupa di grafica e infine inizia a scrivere. Sul finire degli anni Settanta hanno inizio le sue incursioni nell'area della Mail Art e della Poesia Visiva di cui è tuttora un impegnato protagonista. In oltre un quarto di secolo di attività artistica ha collaborato con suoi interventi a libri e riviste nazionali e internazionali. Nel corso del tempo ha tenuto varie mostre personali nelle maggiori città italiane, partecipando nel contempo a esposizione collettive in tutto il mondo. Fa parte del gruppo di intervento artistico "I metanetworker in spirit". Si occupa in prevalenza di installazione, Poesia Visiva e Mail Art. E' l'autore della copertina della Guida al Musée National d'Art Moderne - Centre Georges Pompidou di Parigi (Hazan Editeur 1983). Nel 2003 riceve l'invito a tenere una performance nella Sezione "Extra 50" della 50esima Edizione Internazionale d'Arte - Biennale di Venezia ma, non essendo egli un performer, declina l'invito. Nel 2007 è stato invitato alla 52esima Biennale di Venezia e poi nel 2011 alla 54 Biennale di Venezia, Padiglione Tibet, a cura di Ruggero  Maggi. Dal 1974 vive e lavora a Fano.

 
 

 

Condividi post

Repost0